galleria fotografica

  • Flora:

    Come in quasi tutte le isole dell' arcipelago toscano, la vegetazione era costituita anticamente da leccete, che ricoprivano quasi tutta l' isola. Fin dall' antichità, lo sviluppo dell' agricoltura,  l'allevamento e gli incendi hanno alterato l'ambiente naturale e provocato la scomparsa di gran parte di questa vegetazione che oggi, con il passaggio da un' economia agricola al turismo, si stà lentamente ricostruendo.Fino a pochi decenni fa su quasi l'intera superfice dell'isola erano stati ricavati terrazzamenti con muri a secco di granito (detti greppe), alcuuni dei quali sono ancora coltivati a vigneto per produrre il vino gigliese.La maggior parte dei terrazzamenti è stata tuttavia abbandonata e viene lentamente colonizzata da una bassa gariga ad elicreso e successivamente di cisto.

     

    Fauna:

    La fauna dell'isola non presenta grande varietà, limitandosi al coniglio selvatico, al topo selvatico, ben rappresentate le specie di pipistrelli. Tra le specie di uccelli nidificanti sono da segnalare: il marangone dal ciuffo, l'albanella reale, la poiana, il falco pellegrino,il gabbiano corso e reale, il barbagianni, il cordirosso spazzacamino, il passero solitario e il corvo reale ecc... La fauna ittica è quella tipica del Tirreno, con ancora una popolazione ben conservata di Pinna nobilis (bivalve noto localmente come nocchera), qualche cernia, dentici, saraghi, lecciole e numerosi e multicolori Labridi.

Ricette e piatti tipici:

 

 

E' per non dimenticare..., l'identità e l'amore profondo dei nostri nonni verso questo meraviglioso scoglio, anche se costretti a lottare eroicamente contro le avversità di un territorio duro e povero, strappando con le mani la terra al granito, con poca acqua e tanto sole, costretti a lottare contro le insidie di feroci pirati che depredavano, deportavano e uccidevano gli abitanti."La mi nonna mi diceva...": cosi iniziavano i dialoghi tra le donne gigliesi quando, riferendosi alla "sacralità" del concetto di immagine delle "nonne", affermavano la loro "verità storica" delle ricette, raccontando gli aneddoti, le storie e le usanze... momenti di gioia di una comunità felice di abitare su quest' isola meravigliosa.Il Giglio non è solo mare e sole. E' anche uno scrigno che gelosamente conserva memorie e tradizioni.
Questo libro aiuta a scoprire le pietanze tramandate dalla viva voce delle nonne dell' isola, in un susseguirsi di sapori e profumi che raccontano il passare delle stagioni, di un tempo che non c'è più e che si può ancora gustare nelle pizze, salse, zuppe, paste fino ai secondi piatti di pesce e carne, ma anche nei dolci, marmellate e frutta da dessert. Il miglior souvenir per riportare a casa la magia di questo meraviglioso scoglio da assaggiare in tutta la sua bontà.Per coloro che desiderano scoprire la vera identità dell' Isola del Giglio, le sue tradizioni ed i suoi incredibili sapori è ora in vendita presso la Pro Loco di Isola del Giglio il libro, l'unico esistente, contenente tutte le vere ricette culinarie gigliesi. Ideale anche come regalo souvenir e per tutti gli amanti della cucina, delle antiche ricette e delle tradizioni locali

Seguici su:


images    social-instagram-new-square2-128

contatti

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

tel : 0564/806076

cell : 3483538085